A0iBdKV9TG+dn0jqH4vuaw_thumb_c82

Nella vita non sempre si ha il coraggio di raccontarsi, di descrivere i propri disagi, le proprie difficoltà, paure ed ansie. Si tende sempre più spesso a conservare tutto dentro di noi, quasi fossimo barattoli di latta sigillati ermeticamente.
Avere la capacità di riconoscere ed individuare un problema, di raccontarlo, di elaborarlo ed affrontarlo senza timore è un segno di intelligenza e grande maturità. Le persone in difficoltà spesso si trincerano dietro assordanti silenzi tra l’indifferenza della gente, tendono ad isolarsi e a non dar peso a ciò, che in maniera silente ma inesorabilmente, ci sta trasformando la vita.
Raccontarsi, elaborare un lutto, parlare di qualcosa di cui vergognarsi ed affrontare i propri fantasmi è qualcosa che ci renderà più forti, che ci renderà migliori, che ci darà coraggio e sicurezza ma, la cosa più importante, ci consentirà di tornare a sorridere.

"La vita è breve. Perdona in fretta, bacia lentamente, ama davvero, ridi sempre di gusto e non pentirti mai di qualsiasi cosa ti abbia fatto sorridere, oppure piangere".

(Sergio Bambarén)